c’è picca ‘i fari

nei cuori ci sguazzerei, sono un’inguaribile romanticona; che male c’è? Ci dobbiamo uniformare tutti dietro una corazza dura e rumorosa (sdeng)? Io non ci sto! 
Ma perché se al mio sposo non piacciono i cuoricini, non devono piacere a me? Perchè? Ditemelo!

Quando l’ho conosciuto, ascoltava una musica che ppì mia era scognita: Jazz, musica fusion… Io non la conoscevo, ascoltavo Claudia Baglioni, ma per farmi bedda agli occhi suoi finsi di conoscerla. Che?! Che male c’è? Da quel giorno passarono, aspettate facitimi fari i cunti […] 22 anni, assai sono vero? Poi nn’ì maritammu, a iddu piace sempre la musica Jazz e ammia  piacciono sempre i cuoricini. Perfettamente disallineati ahahahah!
Questi che vedete nella foto mi hanno acchiappato l’anima, il cuore e l’occhi, li ho visti su Pinterest, poi con il link sono andata direttamente da lei e mi misi a tradurre dallo svedese…non ci bastava l’inglese no! Ho confrontato la traduzione con le ricette in italiano dei kannelbullens,  fatto la conversione dalle tazze ai grammi, pesato gli ingredienti secchi misurati in millilitri riportandoli in grammi, ridotto il peso del lievito e passando da Comida de mama questo è il risultato dei
Corideddi alla cannella da una ricetta molto svedese oramà coincidente con il marchio del signor Ikea.
Per l’impasto:
14 g di lievito di birra
50 ml di acqua tiepida
900 g di farina 00

100 g di burro fuso
400 ml di latte
2 g di sale
180 g di zucchero
15 capsule di cardamomo o in alternativa un cucchiaino di cardamomo in polvere
per il ripieno:
150 g di burro a temperatura ambiente
1 cucchiaio raso di cannella
150 g di zucchero
per la finitura:
un tuorlo
3 cucchiai di latte
zucchero di canna o granella di zucchero o codette colorate.

Liberate i semi contenuti nelle capsule di cardamomo e pestateli nel mortaio con cura. Dentro la ciotola della planetaria o in un grande contenitore, sciogliete il lievito di birra con l’acqua tiepida. In un pentolino fondete il burro e poi unitevi il latte mescolando per amalgamare. Aggiungete lo zucchero al lievito e fate partire la macchina al minimo con il gancio per i lievitati, unite il cardamomo macinato e il composto di latte e burro. Incorporate la farina poca alla volta poi il sale e ancora farina fino a terminarla. Otterrete un impasto liscio, morbido e profumatissimo. Tirate fuori l’impasto dalla ciotola, rimaneggiatelo poco su un piano di lavoro spolverato di farina, ripiegatelo formando una palla, riponetelo nella ciotola leggermente imbiancata di farina. e fatelo riposare, coperto da un canovaccio umido oppure da un foglio di pellicola alimentare, dentro il forno spento con la luce accesa almeno tre ore. Mentre la pasta lievita preparate il burro alla cannella; mettete il burro in una ciotola con lo zucchero e la cannella lavorate con una spatola se ci riuscite, io ho amalgamato gli ingredienti con la mano.  Trascorso il tempo necessario alla lievitazione troverete la vostra pasta raddoppiata. Rilavoratela e dividetela in tre parti uguali. Stendete una parte con un mattarello, realizzando un rettangolo di circa 25 per 30 cm. Con una spatola di metallo distribuite un terzo del burro alla cannella sull’impasto e arrotolate i lati lunghi verso il centro. Con una spatola rigida invece, tagliate i cuori mantenendo uno spessore costante di circa 2 cm. Modellate ciascun pezzo allungando la base verso il basso, in modo da formare un cuore ( *_*  ghghghgh la parte più bella). Ponete i cuori su una teglia foderata con carta forno e fate riposare ancora circa 20 minuti. Spennellate con la miscela di tuorlo e latte, cospargete con la finitura zuccherosa che più vi piace e infornate a 200 °C per circa 20 minuti controllate la cottura basandovi sulla conoscenza del vostro forno. Mangiateli ancora caldi.
Siete ancora in tempo per partecipare al contest

34 Comments

  1. Nonostante sia singola sono molto in umore cuoricino anch'io!Sarà che è bellissimo amare in senso lato..anche un cielo azzurro ed il candore della neve 😀
    Eppoi sono romanticona come ttttiaaaaaaaa
    Love love love. sono bellissime queste brioscineeeee
    Baciotti lovvosi

  2. e c'è picca 'i fari pure me mmia perchè queste girelle alla cannella mi stanno perseguitando, segno è che devo realizzarla stà ricetta…ma se li impasto nel pomeriggio poi si fa sera per infornarli e un poco mi sconfinfera però…però…domattina avremmo una beeeeeella colazione e calcolando la mattinata che mi aspetta, dentro il 'tunnel' della risonanza magnetica …bleahhhhh…forse forse ne vale la pena!!!
    grazie Clà del mio cuore…
    ti lovvo sempre

  3. Gnam…La cannella è la mia spezia preferita…Ci sguazzerei…la metterei ovunque.
    Quand'ero piccola mia mamma me la spolverava sugli "algerini"…
    La bellezza e la solidità di una coppia la vedi nella condivisione delle diversità senza egoismi e prevaricazioni.
    22 anni! Accipicchia! Credo sia una cosa semplicemente meravigliosa.
    L'amore si costruisce giorno dopo giorno. Dalle fondamenta…
    Resta cuoricinosa romanticona e solare. Ci piaci così!
    erika
    kizz

    1. EriKa mia bedda, questo dolcino è una chicca che sa di focolare, ci sta bene come il pane con la marmellata 🙂
      grazie tesoro duci e zuccherato
      *
      Cla

  4. E scommetto ti piace ancora Baglioni (anche se oramai ha la faccia di gomma :-D)
    Ma siiiii: sono sicuro che questo tipo di cuoricini piacciono anche a quel tomo che sopporti da 22 anni 😀
    BBooooniiiiiiii !!!!!!

  5. no dico…ma io mica c'ero ancora andata sul link della tua amica svedese ma … tu non hai detto niente sull'ultima foto con la scritta nel piatto??? hi hi hi…ma che vor dì in nordico??? buahhhhhhhahahahahahah!!!!!
    baciuz
    dida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *