“la differenza tra un buon architetto e un cattivo architetto…

…è questione di centimetri”
questo è ciò che asseriva il grande Maestro dell’Architettura Moderna Charles-Edouard Jeanneret-Gris al secolo Le Corbusier…mi sa che che aveva ragione 🙂
e che c’azzecca ‘sto titolo con l’immagine dei tortellini direte voi…perchè lo state dicendo vero?
ahahahahahah

beh, “tirare” la sfoglia di pasta fresca, si sa non è per niente facile, e qua bisogna assolutamente fare una standing ovation alle signore che ne sono capaci. Per quelle signore che, come me, non sanno farlo, viene in aiuto la tecnologia, la macchina tira pasta…l’Imperia per dirla in una sola parola.


Un discorso a parte devo farlo sui tortellini…se prima c’era la standing ovation adesso partono i giochi di fuoco perchè è veramente difficile realizzarli, ci vuole una pacienza di santi, realizzare tanti quadratini 4×4 cm UGUALI uno all’altro, poi con maestria piegarli una volta, poi piegarli ancora una seconda volta e poi girarli attorno al dito per chiuderli…
una follia per una come me che non è emiliana ahahahahahah.



io sono un povero architetto che non è nemmeno riusciuto a ritagliare perfettamente gli ormai famosi 4×4…che dite saranno 2 braccia tolte alla terra?
mah! ai posteri l’ardua sentenza…
aggiungo un’ultima cosa per tutti quelli che si cimenteranno a realizzare i tortellini, fateli mangiare ai vostri ospite m-o-l-t-o-l-e-n-t-a-m-e-n-t-e perchè ci vuole una vita per realizzarli e un istante per mangiarli 😉
ahahahahah
spero che gli emiliani mi vorranno sempre bene perchè non m’intendo di tortellini ed ho peccato di presunzione realizzandoli così…

ho realizzato circa 530 tortellini
per la pasta:
800 g di farina 00
8 uova
per il ripieno:
50 g di carne di maiale macinata
50 g di carne di vitello macinata
100 g di mortadella
15o0 g di prosciutto crudo
150 g di parmigiano grattugiato
1 uovo
20 g di burro
in un tegame fate sciogliere il burro, aggiungete la carne tritata e cuocete per 10 minuti circa. Passate nel tritacarne il prosciutto e la mortadella, unite il parmigiano, la carne cotta e l’uovo; amalgamate bene tutti gli ingredienti. Stendete la pasta, a 6 mm di spessore e realizzate i quadratini 4 cm di lato, adagiate un poco di ripieno, piegate a triangolo (se la pasta non s’attacca passate su due lati un dito bagnato d’acqua) premete per fare attaccare i lati, adesso piegate ancora una volta la base del triangolo verso l’alto. A questo punto girate attorno all’indice la pasta ottenuta con la punta del triangolo rivolta verso l’alto, unite le due estremità con una lieve pressione.

Aggiornamento sul brodo:
Ho dimenticato di dire che sono a conoscenza che il brodo in cui dovrebbero nuotare i tortellini di regola dovrebbe essere di carne MA, ho preferito farlo di verdure…perchè mi piace di più 😉
perdonata anche qui? ahahahahah

Il brodo l’ho realizzato di verdure fresche utilizzando circa 800 g di verdure miste ( cipolla zucca zucchina, carota e un mazzetto di odori, rosmarino e alloro) in 4 litri d’acqua. Ho ottenuto circa 3 litri di brodo, dopo un’ora di cottura.

32 Comments

  1. Quanti piccoli soldati,
    tutti ritti,
    tutti fermi,
    tutti pronti per esser mangiati…..
    per delizia del palato,
    per amore della patria,
    nella bocca son ficcati.
    Ora non son più
    che un dolce amor gustato !!!

    Questa è dedicata a te mia cara e ai tuoi tortellini e alla tua maestria.
    one kiss for you my sweet friend

  2. ahahha guarda architè che noi abbiamo usato riga e squadra per farli precisi…. ahhha

    Abbiamo usato la ricetta depositata con atto notarile presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura
    (scusSa se è poco…) differisce di poco dalla tua se non per la superabbondante dose di parmigiano…(300 gr. di lombo di maiale, 300 gr. di prosciutto crudo, 300 gr. di vera mortadella di Bologna,450 gr. di formaggio Parmigiano Reggiano,3 uova di gallina,noce moscata.)
    Ma tu l'hai fatto riposare l'impasto?? no perchè per noi è stata una lenta agonia sta tortellinata di Natale: riposo della carne, riposo dell'impasto… e le ore passate a ripiegare i fazzoletti di pasta… (lode a mia madre che usa il matterello con somma leggiadria…)
    pero' è vero… SONO SUPERLATIVI!!! altro che quelli del super…
    ciao ciao

  3. mi sento come dire un pochino chiamata in causa in quanto architetto per giunta emiliano….però a Piacenza non ci sono i tortellini ma i tortelli con le code e qui è tutta una questione di dita…a me sembrano comunque perfetti e molto architettonici!perchè non inventiamo i tortellini con sezione aurea?

  4. ah i tortellini non li so fare, nonostante il sangue romagnolo non so tirare la sfoglia bene e non oso far sti mostri sacri… oltretutto avendo vissuto 3 anni a modena mi hanno contagiato nella pignoleria, cioè piccolisssimi devono essere, pensa che la mia collega quando lavoravo a maranello se li portava da casa ancora fumanti nel termos, in brodo ovviamente che solo così si fanno, e quante volte li ho comprati già fatti in quei negozietti dove vendevano solo due cose, tortellini e tortelloni… bravissima sei stata

  5. che tragedia ogni volta che li faccio e poi li vedo sparire così in un colpo di cucchiaio mi metterei a piangere!!!!certo gli ospiti qst mica llo capiscono e se li godono lentamente ma se li pappano alla velocità della luce e qlcn magari ha il coraggio di dire "sn finiti o c'è il bis?"…ahahah il bissssss….cmq io uso il coppapasta tondo così nn ho il prblema di farli tutti uguali e magari risparmio un pò di tempo…bacio

  6. No, dico, ma tu si foddi??? 530 tortellini??? Io non mi cimenterò mai, perché se la differenza è una questione di centimetri… a me ne mancano parecchi! E 4×4 a me ricorda solo le macchine…
    Baci

  7. non posso che quotare paLora per paLora la mia, pardon la nostra concittadina quassopra…con la differenza che io di centimentri ne ho parecchi sul girovita e girofianchi…
    baciamo le mani!

  8. clà sei commovente…. un lavoro immane, lo so perchè qualche volta partecipo alle kermesse di mia suocera: impasta anche 60 uova alla volta, non scherzo, e prepara il relativo ripieno, una roba che uno non ci crede finchè non ci si trova in mezzo, a chiudere cappelletti (qui i tortellni si chiamano così) per interi pomeriggi… tesoro sei stata bravissima, la forma c'è, il ripieno anche, ma il brodo di verdure no, ti prego, ci vuole quello di carne, o quello di cappone, zia biondissima… due baci in brodo di giuggiole da me e dalla tua nipotina

  9. Ti assicuro che per non essere emiliana sono i tortellini migliori che io abbia visto fare 😀 di solito si vedono degli obbrobri, questi invece sono carini, sei stata bravisssimissssima! Io devo dire che non li chiudo così, ma sai anche lì, come per le ricette, è questione di famiglie, di paesi, di città! 😉
    Per fare i quadratini, a parte mia zia che li taglia al coltello ma è masochista si vede, vendono appositamente delle rotelle che tagliano a strisce parallale, quindi le passi in un lato, poi perpendicolarmente e zac! pronti i quadratini. Pensa che ci sono anche dei mattarelli apposta con tante rotelle parallele, per le professioniste!
    Ehm…posso farti solo un appunto innocente? Mi sei caduta solo sul brodo di verdure per i tortellini… nooooooo! 🙁 I tortellini rendono al meglio nel brodo di carne, meglio se di cappone o di manzo e cappone 😉 qui li fanno solo così!

    Un bacione e scusa la pignoleria, come dice Stella di sale siamo un po' patriottici con le nostre creaturine! Mi ripeto, tu però sei stata bravissima davvero!

  10. Guarda, dopo aver visto "cotanta fimmina" dall'altra parte ti perdono anche di non saper fare la sfoglia a mano hahahahahaha
    Vero: Moooooolto lentamente !
    I miei, a Natale, ne hanno fatti 1841: due giorni di lavoro e… finiti in un batter d'occhio 😀

  11. porca miseria… 530??? Tu si pazz'!!! Io li faccio solo per 2+bimbo, ci sarai stata una giornata!!! la standing ovation te la meriti tutta!!!

  12. I miei complimenti….
    Per le ricette..
    Per le foto…
    Per la composizione dei piatti.. mi sono aggiunto ai tuoi sostenitori.. sarà un onore seguirti..
    Passa a trovarmi anche tu sul mio blog se ti va.. mi farebbe piacere..
    Buona cucina..
    Matteo

  13. bravissima! fare i tortellini, ravioli, ecc…la ritengo un'attività molto …zen! i risultati poi non sono tanto mistici ma piuttosti concreti, che è meglio! 🙂

  14. Ah Cla, secondo me sei sempre uan gran mani di fata..sper la pazineza con cui li hai realizzati e per la bellezza!Io che sono lombarda apporvo il brodo al 100%!
    Bacioneeee

  15. Io no non ti perdono 😉
    Però ti ringrazio con un abbraccio immenso per il commento di ieri,ti voglio bene e sai anche quanto!!!

  16. 530 tortelliniiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!
    Anch'io mi sono cimentata in questa preparazione pazzesca (presto posterò il mediocre risultato!), ma ti giuro, non c'è confronto coi tuoi: sono dei CAPOLAVORI, bellizzimizzimi, come appena usciti da un pastificio emiliano! 😀 I miei in confronto sono a stento degni di compassione… 😀
    Ma anch'io diventerò bravaaaa 😉 A presto!

  17. Scusate il ritardo con il quale rispondo…

    Rosy amica mia bedda,
    mia fedelissima sostenitrice, come sempre sei graziosa con i tuoi commenti, quasto poi è una poesia…sei una poetessa?
    ****
    grazie bedda baciuzzi
    cla

    Gemelle,
    io insegnare a voi? naaaaaa, io sono un'autodidatta, dico sempre che a scuola dovrei andare 😀
    ***
    grazie bedde
    cla

    dolceamara,
    grazie! il gene emiliano dici? non so però mi piacerebbe davvero tanto imparare a tirare la sfoglia 😉
    ***
    cla

    Mirandolina,
    che sei gentile, grazie!
    *
    cla

    Oxana,
    non te la prendere se sei un architetto dovresti conoscere che tipo di razza siamo ahahahahahah
    ti ringrazio
    *
    cla

    Ann@ccì,
    e ci credo, pure io per i primi 30 poi mi siddiò e sono andata "a occhio" ahahahahah
    si io ho deciso, considerando che ho deviato sul brodo (Verdure anzichè carne), sul fatto che non sono emiliana, sul fatto che non sono capace, ho deciso dicevo, che il parmigiano era troppissimo per i miei gusti e l'ho ridotto ahahahahah
    si ho fatto riposare l'impasto a campana come mi ha insegnato la Lory, in effetti erano buoni
    😉
    *
    cla

  18. Giò,
    come dire un tantinello? ahahahah
    inventiamoli sti tortelli con sezione aurea alla faccia dei grandi maestri ahahahahah
    ***
    grazie Giò grazie assai ***
    cla

    stelladisale,
    ti abbraccio forte e ti sbaciucchio
    grazie infinite ***
    cla

    Lady B.,
    grazie! 😀
    ciao
    cla

    miche,
    si in effetti questa è una tragedia ci vuole un secondo per ingollarli 'ccidenti
    …mmmh come con il coppapasta tondo? mmmh trucchi e segreti che non so?
    grazie per il consiglio *
    cla

    Stefania,
    ahahahah, si sugnu foddi però che buoni 😛
    ****
    cla

    cinzietta,
    ahahahahah, anche da me non si contano…è meglio ahahahah
    baciamo le mani!
    ***
    cla

    frenci,
    ahahahahah grazie, tua suocera sarà una di quelle dalle quali andare a scuola allora ;)ma che fa li vende? Si lo so che avrei alzato il polverone sul brodo ma preferisco quello di verdure…pazienza
    ***
    baciuzzi lovvosi a voi due *
    cla

    Alessia,
    ma grazie bedda! *
    la rotella ce l'ho però ha i bordi zigrinati ed io li volevo lisci…quella dei mattarelli con le rotelline non la sapevo grazie adesso la so
    sarà sicuramente come dici tu ma io adoro il brodo di verdure con quello di carne non ci diamo del tu
    grazie infinite **
    cla

    Mamminamiabedda,
    mi sa che dovrò sperimentare un bel giardinetto intorno al tortellino si si è una bellissima "ideia" ***
    cla

  19. JAJO,
    grazie come sei umano…
    1841?
    potrei morire ahahahah
    ***
    grazie
    cla

    iana,
    😀 grazie bedda ***
    cla

    Tina,
    ti ringrazio molto 😀
    *
    cla

    Matteo,
    grazie molte 😀
    è un onore per me *
    grazie ancora
    verrò a trovarti
    ciao
    cla

    laroby,
    grazie molte, in effetti la preparazione porta alla meditazione, il fatto che vengono divorati con una velocità direttamente proporzionale al calore del brodo, ne fanno un risultato alquanto terreno ahahahahah
    baciuzzi
    cla
    *

    Saretta,
    ma grazie beddaaaaaa ***
    baciuzzi lovvosi *
    cla

    Lory,
    non avevo dubbi sai? ahahahah
    non devi ringraziarmi, perchè mi conosci e sai che siamo della stessa pasta ***
    love
    cla

    Ely,
    l'ahi detto è un lavorone one one ma da grandi soddisfazioni ti ringrazio
    cla *

    il ramaiolo,
    😀 sugli architetti, una parola è troppa e due sono poche ahahahahah
    ti ringrazio ***
    cla

    Rosmarina,
    ebbene si una bella cifra!
    ueee non esagerare, secondo me il lavoro è da apprezzare assolutamente perchè so esattamente cosa vol dire 🙂
    ***
    baciuzzi
    cla

    marcella candido cianchetti,
    già un bel gran numero 😀
    grazie buona settimana anche a te
    *
    cla

  20. sapendo quanto son difficili da fare e che la manualità conta ah se conta…son perfetti…quando li rifarai "prilla" il lembo finale a far l'occhiolino. però brava davvero. per la perfezione manca un nulla! per il condimento puoi far come vuoi che tanto buoni son loro!

  21. Claudia…..sei deliziosa..come i tuoi tortellini
    Io preferisco i tortelloni (mi sbrigo piu' in fretta) e poi un giorno o l'altro ti insegnero' ( se a te si puo' insegnare qualcosa) a preparare lo sformato di tortelloni ai funghi.
    Baciottoli per la pazienza (….mi avevano detto che gli architetti non hanno pazienza e che diventano geniali quando dopo tante prove….scocciati buttano su foglio la prima incazzatura del mattino)
    Baciottoli
    Sbirulina

  22. Silvia,
    MAGRAZIEEEEEE sei davvero gentilissima poi mi racconti cosa vuol dire "prilla" ok? ahahahahah
    **
    betti
    cla

    Ciao Sbirulina 🙂
    io ho un monte di cose da imparare, se tu avrai tempo e voglia io verrò con un pizzino e mi segno tutti i trucchetti che tu vorrai regalarmi 🙂
    piesse: il progetto che arriva di getto è sicuramente il migliore 😉
    ***baciuzzi ***
    cla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *