Cassata al forno di Ida

Come dice la mia nuova amichetta di rete nonchè mia omonima e conterranea, dovremmo fondare un club o un partito della cassata al forno, vinceremmo le elezioni, tanto oramà è di moda candidarsi e fondare i partiti 🙂

Questa versione della cassata me l’ha regalata la mia amica Ida e la ringrazio ancora una volta perchè mi ha fatto scoprire questa delizia. La ricotta è giustamente dosata con lo zucchero e la crema è gustosa ma non stucchevole.

Mai avere fretta quando si è alle prese con una pietanza men che meno con un dolce. Invece cosa ho fatto questa sera?… ho avuto fretta ed ho rotto il guscio, la crema era ancora tiepida e nel girare la torta ho fatto il danno, mi dispiace tanto 🙁

Ingredienti per l’impasto:
300 g di farina 00
70 g di zucchero fino tipo Zefiro
3 tuorli
150 g di burro
sale un pizzico
vanillina
1/4 di bustina di lievito
Impastare tutti gli ingredienti molto velocemente; se l’impasto tende a sbriciolarsi…e lo farà! aggiungete 2 gocce di acqua fredda, formate una palla avvolgetela nella carta d’allumino e metterla a riposare in frigo almeno 2 ore.

Per la crema di ricotta:
600 g di ricotta fresca
300 g di zucchero
1 fiala di aroma vaniglia oppure una bustina di vanillina
4 plum cake già confezionati o un piccolo pan di spagna
50 g di gocce di cioccolato
Fate sgocciolare la ricotta in uno scolapasta per una notte in frigo. Aggiungete lo zucchero e lavorate per amalgamarlo bene. Se la ricotta ha molto siero fatela riposare ancora tutto il giorno. Setacciatela con un passapomodoro a maglie fitte ed infine aggiungete la vaniglia e le gocce di cioccolato.


Accendete il forno a 160°C. Prendete l’impasto dal frigo, lavoratelo leggermente e stendete i 2/3 con il matterello. Imburrate ed infarinate una tortiera per cassata da 2 kg, ponete la pasta nella teglia e sbriciolate 2 plum cake, versate la crema di ricotta e sbriciolate gli ultimi 2 plum cake. Stendete il terzo di pasta rimasto e chiudete la torta sigillando i bordi. Infornate per circa 20-25 minuti o fino a quando non assume una colorazione dorata.

Sfornatela e fatela raffreddare. Capovolgetela con delicatezza su una gratella per dolci e mettetela sotto il grill per colorarla. Sfornatela e SOLO dopo che si è raffreddata molto bene trasferitela su un piatto da portata. Cospargete di zucchero al velo e strisce di cacao o cannella in polvere


15 Comments

  1. Grazie al post di Violacea,ho scoperto questo tuo blog e anch’io sono curiosissima di provare l’ormai mitica cassata al forno!
    Grazie per la ricetta, a presto

  2. In questo giovedì grigio e autunnale ci voleva proprio questa deliziosa, buonissima, profumatissima e golosissima cassata! Anche questa volta ci siamo dovuti fermare contro volontà!
    Sempre i nostri migliori complimenti!

    Lavy&Fabio

  3. Claudia, oggi hai portato una cassata…beh, dire “una cassata” è di sicuro troppo riduttivo. Fantastica?? ..nooo,di più! Buonissima?? ..nooo, di più! Eccezionale??.. non babbiamo!
    Celestiale??.. eh, si..questo si può dire.

    Un solo aggettivo credo inizia ad avvicinarsi più di tutti: UNICA! come tutto ciò che si può fare con amore e con mani sapienti!

    Leonardo

    P.S.
    A quando la prossima… ??

  4. Val, che bel blog il tuo!
    grazie a te di essere qui.

    Fabio e Lavinia, grazie sono contenta che in questa grigia giornata abbiate trovato una nota piacevole.

    Leo, questo tuo commento stuzzica la gola di chi legge, aumenta la salivazione in maniera esponenziale. Grazie mille

  5. Ma che buona questa cassata! Una fettina non è mai abbastanza….tutte quelle goccine di cioccalato poi che mi guardavano ammiccanti, sbucando fuori dalla ricotta: “mangiami, mangiami”, stavo per cedere ma ho dovuto resistere, perchè per ora, come sai proprio non posso mangiarne…tu però mi prometti che appena potrò di nuovo assaporarlo mi preparerai la torta più cioccolattosa del mondo???
    Un bacino.
    Gigina cioccolattara.

  6. cla ciao sai chi sn simonetta nn ti preoccupare lo guardo ogni giorno il tuo splendido blog!!!!!!!! nn ti posso dire che è buona questa cassata perchè sn piccola e nn so cucinare ma sn sicura che sarà buona perchè le cose che assaggio che fai tu sono splendide!!! ciao e ricordati che sn simona la tua vicina di casa

  7. vita mia adorata…complimenti!!!Dalla foto sembra splendida e lo sarà stata anche dal vivo..beata te e i tuoi cari che l’avete potuta gustare.Quanto mi manca la mia terra!!!Però sono felice perchè ho trovato una nuova amica straordinaria e per di più con un nome bellissimo….:)!!!!
    baci
    clà

  8. Simonetta, sai bene che se tu mangi qualcosa che preparo, per me è un grande successo.
    So che preferisci dolci al cioccolato e quanto prima ti preparerò il salame al cioccolato o la treccia alla nutella,i muffin li hai assaggiati.
    Sono contenta di essere venuta ad abitare accanto a te.
    tanti baci
    Cla

    Mia cara Cla
    ero in pensiero ti aspettavo, e non ti leggevo 🙂
    In effetti anche il tuo nome è spettacolare;-) è incredibile come grazie a Viola e ad un paio di foto che ritrae il lato dolce della nostra terra, siamo qui a chiacchierare. Mi dispiace tanto che senti così tanto la mancanza dell’isola…ti capisco veramente.
    E’ terribile ed inspiegabile, non esistono parole per esprimere l’assenza, il vuoto che t’avvolge.
    tieni duro e quando vuoi affacciati da questa parte… ci sono anch’io qua *

    baci Cla

  9. Qualunque cosa succeda Tu andrai in paradiso,
    e te lodice il padrone del locale dove si farà il giudizio universale!!

  10. Pingback: faccio cassate e me le mangio | Scorzadarancia

  11. Pingback: Scorzadarancia | faccio cassate e me le mangio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *