Rubacchiando da Loste…ma lui non lo sa!

oramà faccio tutto “di nascosto” ahahah, non capisco come mai poi in un modo o nell’altro vengo scoperta…mah!!!
per non di meno a ciò.



Ho rubacchiato questa ricettina dal blog di Loste
la mia metà non apprezza la carne di agnello, quindi per il pranzo di Pasqua ho dirottato sul filetto e questo è quello che è venuto fuori.
ingredienti per 8 persone
1400 g di filetto tagliato a tocchetti
350 ml di vino bianco
150 ml di acqua
olio extravergine d’oliva
burro
rosmarino
salvia
timo
6 carciofi
10 patate medie
sale e pepe

Rosolate la carne in un largo tegame con l’olio e 2 noci di burro, aggiungete un trito di rosmarino, salvia e timo. Quando la carne è ben rosolata,salte, pepate e sfumate con il vino e poi aggiungete l’acqua. chiudete con un coperchio e fate cuocere a fuoco basso per circa 3/4 d’ora. Pulite i carciofi, tagliateli a spicchi e teneteli in acqua acidulata con il limone. Pelate le patate, tagliatele a rondelle spesse circa 1,5 cm e tuffatele in acqua bollente per 6-7 minuti. Raffreddate e asciugartele. Quando mancano 10 minuti alla fine della cottura della carne aggiungete i carciofi, salate e terminate la cottura. In una padella, scaldate un fondino d’olio e circa 60 g di burro, rosolate le patate finchè si formerà una bella crosticina dorata. Togliete la carne dal tegame e mettete da parte il sughetto di vino.: nel medesimo tegame sciogliete 2 cucchiai di farina con il sughetto di vino , aggiungetelo poco alla volta fino ad inglobarlo tutto. Servite la carne calda con l’intingolo preparato e i contorni a decorazione del piatto.

17 Comments

  1. che bella ricetta!!! adatte ai miei pranzi di famiglia molto numerosi questo piacerà sicuramente, leggendo la tua presentazione mi sono scaravoltata dal ridere… pensa che oramai quando apparecchio petto vicino al mio posto la digitale, poi preparo il piatto mentre le bocche fameliche della ciurma sono perennemente aperte e dopo aver fatto un pò di scatti servo….
    saremo mica un pò fissate??? ma che importa io mi diverto tanto, buona giornata

  2. Pippi,
    buongiorno 🙂
    grazie, il merito è di Loste a lui l’ho fregata ahahah
    :*

    Elga a me l’agnello me piace, io credo che il problema sta nel modo in cui hanno mangiato l’agnello la prima volta 😉
    bacetti
    Cla

    Ely,
    siamo fissate ne sono sicura, ma quando non scattiamo si chiedono il perchè non fai la foto, cu restano male perchèp non sono protagonisti in quella serata ahahah
    :*

  3. a dire la vertà neache a me piace in modo particolare l agnello… a casa mia ne arrivava sempre un quantitativo industriale per pasqua regalo di anziani coltivatori … mia madre neaceh lo usciva dalla busta lo portava dal macellaio x farlo pulire e confezionare e poi da mia zia .. che lo preparava nel forno a legna per la gioia del pranzo di pasqua!!!

    la ricetta cche hai postato è uno spettacolo… me al segno e appena posso mi cimento anche io
    baci baci lalla

  4. A me.. è venuta una fameeeee…
    Credo che riuscirei a mangiare questo filetto nonostante il mio non amore per la carne!!! Ma quel sughetto..quanto paneeeeeeee!!! gnammmmmmmmmmmmissimo!

    Baci baciuzzi

  5. Che buona!!!!! E che bel servito di piatti :)!!! Molto chic!
    Brava come sempre, a soddisfare tutti i palati!
    Un bacio/abbraccio grande grande giulia

  6. Buono e raffinato!!!
    Hai preparato per 8 persone qesto piattino, e sei riuscita anche a fotografarlo cosi’ bene, caspita (o mizzica..fai tu!!!!)

    Devo ricordarmene quando mi ricapiterà un pranzo popolato!
    cioa, buona domenica!!

  7. Ciao, sei invitat al mio compleanno…solo che il tipo di festeggiamenti li devi decidere tu vieni sul blog .Porta quanti più amici che hai ricorda loro di farsi riconoscere dicendo il nome di chi li ha invitati. ciao ti aspetto.

  8. Lalla,
    a me piace tanto l’agnello, il cosciotto al forno poi mi fa impazzire, ma mi adeguo al gusto della famiglia. Il merito della ricetta è di loste ci tengo a dirlo
    bacetti
    Cla

    Elisa,
    grazie bella sei adorabile
    :*

    Sereeeeeee,
    con quel sughetto viene voglia di pucciare il pane :*

    Vi,
    Grazie molte verrò a ritirarlo
    :*

    Giulia,
    grazie dolcezza, sei un amore :*

    Enza,
    azz, 3 agnelli? ce ne vuole per smaltirli ahahah
    bacetti
    Cla

    Arietta,
    grazie passerò a ritirare il premio
    :*

    Eleonora,
    grazie 😉
    bacetti
    Cla

    Grazie molte Pippi, verrò a prenderlo
    baci
    Cla

    Ciboulette,
    grazie, come dicevo in un altro commento, i miei ospiti si aspettano “la foto” di rito, e si preoccupano di ritrovarla sul blog per commentare ;D
    mizzica mi piace di più
    :*

    Andrea,
    grazie per l’invito verrò a trovarti
    Cla

    Ot,
    grazie duciazza, un bacetto al volo da me per te
    :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *