Scorzadarancia | scorzadarancia
16777
single,single-post,postid-16777,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-8.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
plum cake arancia_orizz

11 mar 2017 scorzadarancia

plum cake arancia_orizz_

Mi sono chiesta in questi (quasi) 10 anni di blog, quanto io abbia contribuito, nel mio piccolo, all’esplosione di questo fenomeno dilagante legato al cibo e quanto io sia stata chiara e esaustiva nel cuntariti  ‘na ricetta. Mi piacerebbe conoscere la tua opinione al riguardo; se hai tempo e voglia.
Hai un’idea dell’empatia che si genera, come una magarìa, quando penso a ciò che desidero proporti? Mizzica, dovresti vedermi al mercato, mentre scelgo gli ingredienti da intrecciare insieme in cucina per concretizzare il mio desiderio; mi dispiace infinitamente però, non poterti regalare il profumo quindi provo a restituirti, con la foto, il bisogno effimero di preparare ‘na cosuzza.
Vogghiu annari oltre, oltre l’evidenza, oltre il piatto, oltre un’esigenza, lasciandoti l’identità di un racconto e di un’immagine. Il mio busillisi è sapere quanto io riesca nell’intento.

Intanto, mentre ci rifletti, rispunnimi a ‘st’autra dumanna: che cos’è un dolcino?
Facile eh?

Una cosa buona a cui pensare, un inizio per “una buona bella giornata”, un buon motivo per pigghiare un pizzino e segnarti ‘sta ricetta.

Plumcake all’arancia
330 g di farina
8 g di lievito
un pizzico di sale
175 g di burro morbido
3 uova
200 g di zucchero di canna
la scorza di una grossa arancia grattugiata
150 ml di succo d’arancia

plum cake arancia_stampo

per la glasssa:
100 g di zucchero a velo
20 ml di succo d’arancia
una manciata di pistacchi tritati
riscalda il forno a 180°C, imburra uno stampo da plumcake e infarinalo, eliminando la farina in eccesso. In una ciotola mescola la farina, il sale e il lievito. Sbatti il burro con lo zucchero per un paio di minuti, aggiungi le uova, uno alla volta aspettando che il precedente venga inglobato dall’impasto prima di aggiungere il successivo. Aggiungi il mix di farina, la scorza d’arancia e il succo per fluidificare l’impasto. Versa nello stampo e inforna per circa 70 minuti poi copri la torta con un foglio di alluminio e cuoci altri 10 minuti. Fai sempre la prova stecchino prima di sfornare. Fai raffreddare dentro lo stampo per 10 minuti e poi capovolgi il dolce su una griglia per raffreddarlo completamente.
Prepara la glassa mescolando allo zucchero a velo il succo. Fai riposare qualche minuto e poi versalo sul plumcake, decora con la granella di pistacchio.

plum cake arancia_glassa

plum cake arancia_mano

plum cake arancia_fetta

5 Comments
  • Federico
    Posted at 15:17h, 11/03/17 Rispondi

    Si vede con quanta passione racconti le tue ricette, accompagnate da foto stupende che solo a guardarle aprono l’appetito. Sei una persona molto creativa che sicuramente in dieci anni ha fatto tanto e in futuro farà ancora di più. Questo blog è nato in modo genuino e privo di interessi economici e non invece come le varie trasmissioni televisive. Continua così.

    • Claudia Magistro
      Posted at 09:36h, 12/03/17 Rispondi

      Federico,
      che dire? Grazie, mi facisti viniri la commozione.
      :*
      Cla

  • Red
    Posted at 15:40h, 13/03/17 Rispondi

    Mi piace molto quello che fai e soprattutto come lo fai, so che dietro c’è amore e fantasia, mi piacciono molto le foto che sono poi l ‘anima di ciò che rappresenti…quindi posso dirti solo : brava continua così. ..io ti seguirò sempre….

  • annalisa
    Posted at 19:42h, 15/03/17 Rispondi

    Sei tra le muse che mi hanno ispirato per aprire il mio giovanissimo blog; la tua cultura, le tue parole, le tue foto, il tuo cibo sono davvero elementi che creano una perfetta armonia… come oggi, come adesso con questa ricetta incantevole che profuma magicamente della nostra terra

  • roberta morasco
    Posted at 08:31h, 18/03/17 Rispondi

    Beh io sono affezionata a te anzitutto.
    Poi mi piace tantissimo come racconti il tuo amare il cibo e trasformarlo in cose buone e belle.
    Last but not least, questo dolcino è ‘na meraviglia di semplicità e bontà.
    Che belle foto Claudia!
    Un abbraccio, passo poco per mancanza di tempo ma ogni tanto recupero 😉

Post A Comment